Dolomiti Natural Wellness: una SPA a cielo aperto

Mens sana in corpore sano

Come ben sapete, il nostro blog è improntato al Wellness (da “well being” e “fitness”), una filosofia di vita che centra la propria attenzione su pratiche di rigenerazione combinate con un’alimentazione corretta e attività sportive, in modo da favorire uno stato di benessere ed equilibrio psicofisico. Quindi perché non parlare anche di Natural Wellness?

Si tratta di una nuova forma di Wellness completamente ecosostenibile, che valorizza gli elementi naturali come fonte di benessere per il corpo, la mente e lo spirito attraverso diversi percorsi multisensoriali da compiere assieme ad un trainer e volti a farci ritrovare il nostro rapporto con la natura.

L’ Hotel Europeo è una delle diverse strutture ricettive che sposano questa filosofia ed è per questo che nell’ambito del nostro soggiorno a Pinzolo ci è stata data la possibilità di sperimentare uno degli 8 percorsi da poco inaugurati dalle Guide di Mountain Friends in mezzo ai boschi delle Dolomiti e basati su una serie di tappe.

Arrivati a Pra della casa, presso una casa di legno per ferie immersa tra le montagne, siamo state condotte dalla nostra guida Nicola verso il sentiero che compone il percorso numero 7.

Il nostro tragitto è iniziato con la Silence Room, la ‘Stanza del Silenzio:  dopo aver scelto un luogo di assoluta tranquillità dove soffermarci, ci siamo fatti coinvolgere dalla sensazione di silenzio ‘naturale’ dell’ambiente circostante, prestando particolare attenzione alla respirazione, soprattutto a quella diaframmattica. Una pratica che normalmente trascuriamo, ma che potrebbe migliorare il nostro benessere psicofisico è la Breathwalking,l’azione del camminare con la consapevolezza del proprio respiro:  come spiegatoci dal nostro accompagnatore, ogni passo dovrebbe essere effettuato in modo coordinato al respiro con lo scopo di dare una regolarità al ritmo respiratorio e cardiaco. Facendo ciò, la nostra concentrazione rimane su ciò che stiamo facendo, impedendo alla mente di vagare e di disperdere energia.

La seconda tappa ci ha invitato al Silenzio Interiore

“Solo in Silenzio puoi ascoltare il dono della vita. La bellezza ci chiama ogni giorno ma raramente siamo in grado di ascoltarla”

È questa la condizione migliore per una fruizione totale di ciò che ci sta intorno, da attivare soprattutto grazie agli organi di senso che normalmente tendiamo a trascurare: attraverso l’udito, il tatto, l’olfatto e il gusto abbiamo assaporato il ronzio degli insetti, il profumo dei fiori e dei muschi e il gusto di certe resine usate anche nel campo dell’erboristeria.

Risalendo la Val Rendena ci siamo ritrovate davanti ad un’incantevole visuale: le cime dolomitiche del Gruppo del Brenta distese davanti a noi come in un quadro. Su un prato pianeggiante abbiamo sperimentato la Bare Feet Trail, la camminata propriocettiva a piedi nudi su cortecce, soffici muschi, erbe e ciotoli, La propriocezione è la capacità di percepire e riconoscere la posizione del proprio corpo nello spazio, anche senza il supporto della vista.

Un’esperienza interessante ma anche un po’ dolorosa (prestare attenzione ai cardi e alle ortiche!).

La parte che personalmente ho trovato più emozionante è stata la traversata a piedi nudi del fiume Sarca, un tipo di camminata definita Natural Kneipp: il percorso Kneipp, che come sanno i nostri lettori viene riproposto all’interno dei centri benessere, prende il nome da Sebastian Kneipp, un parroco tedesco malato di tubercolosi che già nell’Ottocento provò su se stesso un metodo di cura basato proprio sugli sbalzi termici fra acqua calda e fredda.

Non nego la sensazione iniziale di dolore dovuta all’acqua gelida (circa 8 gradi), ma l’effetto di benessere si è fatto sentire subito.

Così abbiamo terminato il nostro percorso, consapevoli che non sarebbe stato proprio lo stesso senza la nostra guida!

Ph Fabio Salmoirago

 
 
 
 
 
 
 

#wellness #naturalwellness #dolomiti #dolomitidibrenta #pinzolo #trentino

 

 

 

Lasciate un commento

Start typing and press Enter to search